<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=265538&amp;fmt=gif">

SOLUZIONI AMMORTIZZANTI FLESSOGRAFIA: COME RISOLVERE LE CRITICITÀ

Pubblicato da Silvano Tamai il 09/05/2019 - Reading time: 6 minutes
Mi puoi trovare su:

ammortizzanti flessografiaLa stampa flessografica è un metodo di stampa rotativa diretta impiegata nella produzione di carta e film plastici per l’imballaggio alimentare e merceologico.

Alla luce della diffusione e della crescita del settore, è fondamentale approfondire modalità e utilizzi delle tecnologie più innovative, per superare le criticità più complesse e ottenere risultati eccellenti sul prodotto finito.

Nell’articolo di oggi analizziamo gli elementi distintivi degli ammortizzanti flessografia e le caratteristiche delle soluzioni per il montaggio dei cliché.


Come scegliere gli ammortizzanti flessografia più adatti?

Il dettaglio grafico, le combinazioni di colore e le condizioni degli strumenti determinano la scelta degli ammortizzanti flessografia che dovranno adattarsi perfettamente alle necessità di stampa e garantire un prodotto finito privo di imperfezioni o errori.

Il montaggio dei cliché è una parte del processo di stampa flessografica, un’operazione primaria cruciale per il risultato finale; in questa fase si applicano le lastre flessografiche alle sleeve e si avvia la procedura della preparazione dei colori, rispettando i parametri e le linee guida fornite dal cliente.

Nei prossimi paragrafi analizziamo, nel dettaglio, gli utilizzi degli adesivi per montaggio matrici, approfondendo in particolar modo gli argomenti cliccabili di seguito:

Collegamenti rapidi:

La flessografia è utilizzata, principalmente, per la personalizzazione del packaging di materiali in:

  • carta
  • cartone ondulato
  • cartoncino
  • plastica
  • laminati plastici

È importante sottolineare che i biadesivi utilizzati svolgono un ruolo determinante nel processo di stampa, perché a partire dall’impostazione e dalla preparazione del fotopolimero, si ottiene un prodotto di qualità e in linea con le aspettative dell’azienda cliente.

New call-to-action

Le caratteristiche delle soluzioni ammortizzanti

L’impiego sempre più diffuso della stampa flessografica ricopre un ruolo chiave nello sviluppo di tecnologie innovative; viceversa, il mercato delle macchine flessografiche è in espansione anche grazie alle tecniche di stampa più evolute e all’ingresso di nuovi attori nel panorama flexo.

Allo stesso modo, la ricerca delle soluzioni più adatte per il montaggio dei cliché è determinante per raggiungere gli obiettivi della squadra di montaggio: superare le sfide più complesse, ottimizzando le operazioni quotidiane e perfezionando la qualità dei prodotti. Quali elementi occorre considerare nella scelta degli ammortizzanti flessografia? Eccoli a seguire.

Dettagli della matrice e materiale da stampare

La squadra di produzione si occupa di preparare i cliché, considerando elementi quali:

  • l’allineamento degli inchiostri
  • la regolazione di bordi e spaziature
  • la realizzazione degli adattamenti cromatici

Prima di supervisionare l’impostazione di questi parametri, il team deve selezionare i biadesivi più adatti sulla base delle singole esigenze produttive, delle caratteristiche e del materiale dello stampato.

Come mostra l’immagine di seguito, l’ammortizzante impiegato dipende dal formato di stampa. Nello specifico, un nastro biadesivo dalla superficie in schiuma più soffice (X-Soft) è più indicato per una grafica retinata, ricca di dettagli, dove è necessario mantenere al minimo l’ingrossamento dei punti che realizzano la stampa. Nel caso opposto, un supporto in schiuma ad alta densità (X-Hard) è ottimale per definire i tratti e stampare grafiche piene che richiedono un elevato trasferimento di inchiostro.

ammortizzanti flessografia

Condizione dei supporti

Alla luce dell’utilizzo massiccio degli strumenti impiegati nel processo di montaggio dei cliché e della necessità di adattarsi a qualunque tipo di condizione, sempre garantendo un risultato eccellente, è fondamentale potere fare affidamento su una gamma di prodotti innovativa. La condizione e lo stato di usura di sleeve e cliché possono compromettere la capacità adesiva dei nastri ammortizzanti, per cui occorre valutare attentamente la proposta e le competenze tecniche del partner, il fornitore di soluzioni di fissaggio.

La completezza e la varietà della gamma offerta sono due requisiti essenziali per riuscire a risolvere le criticità più complesse e a soddisfare tutte le esigenze di produzione. I supporti consumati richiedono un ammortizzante flessibile che assicuri una maggior manualità di utilizzo: in questo caso, un biadesivo dal film di rinforzo in polietilene si rivelerà il prodotto ideale per adattarsi alla condizione di stampa.

Velocità di stampa

La velocità di stampa è una componente che incide sulla scelta dei biadesivi per il montaggio dei cliché. Si tratta, infatti, di un requisito distintivo in grado di determinare l’effettiva capacità di ottimizzare i processi e le operazioni quotidiane. Questa caratteristica non dovrebbe compromettere la qualità del prodotto finito ma, al contrario, rappresentare un valore aggiunto nella scelta dei giusti ammortizzanti. A questo proposito, i biadesivi dalla superficie in schiuma a media densità sono particolarmente indicati per tutte le situazioni che richiedono una velocità di stampa sostenuta e, allo stesso tempo, una risoluzione dello stampato precisa e ben definita.

 

softprint_family_2017_v4_hd

 

Come ridurre le imperfezioni sul risultato finale

Dopo avere valutato le condizioni di stampa e selezionato i supporti più adatti a soddisfare le singole esigenze di produzione, è il momento di conoscere le sfide più comuni a cui si trova di fronte la squadra di montaggio. Le caratteristiche dei nastri per il montaggio delle lastre flessografiche svolgono un ruolo determinante per la risoluzione delle situazioni complesse che approfondiamo nei prossimi paragrafi.

  • Formazione di bolle

La formazione di bolle è una condizione frequente, causata molto spesso da un fissaggio poco uniforme dei componenti. Il passaggio di aria tra biadesivo e cliché può determinare la stampa di difetti visibili, come macchie fuori registro; il risultato è un prodotto finito impreciso. La composizione dei biadesivi per montaggio matrici, oltre a favorire la fuoriuscita dell’aria, agevola il posizionamento e il montaggio dei cliché.

  • Adesività

La capacità adesiva dei nastri semplifica la preparazione della lastra flessografica, ottimizzando l’intero processo di stampa. L’aderenza è un indicatore importante che determina la qualità del risultato finale, limita gli sprechi e riduce le probabilità di dover ripetere l’operazione a seguito del sollevamento dei bordi del cliché, il cosiddetto edge lifting.

Si rileva la giusta capacità adesiva nella misura in cui i componenti, ruotando, non si sollevano dalla manica; parallelamente, l’aderenza non deve essere tale per cui, smontando i cliché, i supporti si danneggino per l’eccessiva pressione.

Tra le soluzioni a supporto del processo di stampa flessografica, oltre agli ammortizzanti flessografia più innovativi, troviamo Twinlock®, la sleeve autoadesiva brevettata. Questa tecnologia semplifica le operazioni di preparazione dei cliché, in quanto non prevede l’applicazione di nastri adesivi alle maniche. La sleeve si compone di una superficie in schiuma poliuretanica che garantisce, nel tempo, un’elevata qualità di stampa e una capacità adesività perfetta, riattivata dopo ogni utilizzo grazie all’impiego di un apposito additivo per una pulitura profonda.

La produzione è tailor made e personalizzabile sulla base dei parametri forniti dalle aziende clienti, quindi è pronta all’uso. I vantaggi di questa tecnologia possono essere riassunti nei seguenti punti:

  • elevata velocità di stampa e conseguente riduzione dei tempi di processo
  • risultati eccellenti garantiti dalla qualità della schiuma poliuretanica
  • elevata resilienza
  • adesività efficace e durevole

ammortizzanti flessografia

Pulizia e mantenimento dei nastri

Infine, un espediente per superare le criticità più complesse è preservare correttamente i supporti. I cilindri e i cliché devono essere puliti con solventi specifici prima e dopo qualunque operazione, per evitare che eventuali residui di inchiostro, polvere e grasso contrastino l’adesività dei nastri.

Gli stessi agenti contaminanti possono compromettere l’adesività della matrice adesiva e il risultato di stampa. Per questa ragione, è consigliato utilizzare un solvente specifico, chiamato Twinlock® Activator che, oltre ad eliminare qualunque residuo, riattiva le proprietà adesive della manica, come anticipato nel paragrafo precedente.

E per quanto riguarda i nastri per il montaggio delle lastre flessografiche? È sufficiente adottare alcuni accorgimenti, come:

  • Utilizzare i biadesivi nell’ordine di acquisto
  • Conservare i nastri nei cartoni originali fino all’utilizzo successivo
  • Maneggiare accuratamente le bobine per evitare che bordi e angoli si danneggino

Nell’articolo di oggi, abbiamo analizzato le caratteristiche delle soluzioni ammortizzanti per la flessografia, focalizzandoci in modo particolare sui vantaggi delle proprietà dei biadesivi più innovativi. Superare le sfide più complesse, garantendo ottimi risultati nel prodotto finale, e soddisfare le esigenze delle aziende clienti è l’obiettivo principale dei responsabili di montaggio. Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, molte variabili influenzano la scelta degli strumenti più adatti: i dettagli grafici, la velocità di produzione e le condizioni degli strumenti sono solo alcune di queste.

Grazie a una comprovata esperienza in diversi settori industriali, tesa risponde alle necessità delle aziende con proposte innovative. Alla base di una gamma completa e variegata, c’è l’impegno di un team internazionale che fa della ricerca continua e dell’attenzione al cliente i suoi principali obiettivi. Con questo approccio, è possibile offrire ai propri partner prodotti unici e un’assistenza completa, già a partire dai processi di valutazione e acquisto, per tutta la durata della collaborazione.

Per sapere di più sulla gamma proposta da tesa, ti offriamo la possibilità di prenotare una consulenza gratuita con un tecnico esperto, clicca qui sotto!

New call-to-action


 

New call-to-action

Il blog di tesa dedicato al mondo industriale: Carta e Stampa

Resta aggiornato sulle tecnologie più innovative e scopri le soluzioni per ottimizzare i processi di stampa flessografica e migliorare la qualità delle lavorazioni.

Iscriviti alla newsletter di tesa Carta & Stampa!

New call-to-action

Articoli recenti