<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=265538&amp;fmt=gif">

FLESSOGRAFIA: I CONSIGLI PER OTTENERE RISULTATI DI STAMPA DI QUALITÀ

Pubblicato da Silvano Tamai il 26/11/2020 - Reading time: 3 minutes
Mi puoi trovare su:

flessografia

La flessografia è un metodo di stampa rotativa diretta impiegato nella produzione di film plastici per l’imballaggio e il confezionamento alimentare e merceologico, etichette, carte da imballo, sacchetti di plastica, rivestimenti in carta, cartoncino o cartone.

Negli anni, questa tecnica si è evoluta a tal punto da introdurre sistemi rivoluzionari e all’avanguardia: li approfondiamo nell’articolo di oggi, con uno sguardo particolare al tema della sostenibilità e alle soluzioni per ridurre l’impatto produttivo sull’ambiente.

La flessografia nel prossimo futuro, tra novità e sfide

Il mondo della stampa flessografica apre costantemente a nuovi scenari e opportunità: complice la diffusione di questo sistema nel mondo del packaging e non solo, oggi si fanno largo tecniche e soluzioni ottimizzate. L’obiettivo è ottenere risultati di qualità, in linea alle richieste sempre più stringenti del mercato che, a differenza di quanto si potrebbe pensare, non riguardano solo la produzione e le tempistiche.

Lo sviluppo sostenibile e la ricerca di soluzioni a minor impatto ambientale conquistano sempre più mercati, perché presuppongono uno scenario evolutivo e avanguardista: la flessografia non è da meno.

Sono diversi gli aspetti che, nel prossimo futuro, avranno un impatto decisivo sui risultati di stampa:

  • fornitori di soluzioni adesive, preparati e attenti a rispondere alle singole esigenze di produzione
  • sistemi che riducano l’impatto ambientale, migliorando le operazioni e la qualità finale
  • offerta specifica e innovativa, che consenta di superare le sfide più complesse

Li analizziamo di seguito.

New call-to-action

Fornitori di soluzioni adesive: gli elementi da considerare per la scelta

La valutazione del partner con cui collaborare è un elemento fondamentale, sia per quanto riguarda i risultati di stampa, sia per assicurare un rapporto proficuo e a lungo termine. Nella stampa flessografica e, in modo particolare, nel montaggio dei cliché, i fornitori di soluzioni adesive ricoprono un ruolo strategico perché guidano le imprese in tutte le fasi produttive. Dalla scelta dei nastri adesivi ideali per il tipo di stampa all’integrazione della soluzione nella linea produttiva, fino all’assistenza e consulenza post vendita: tecnici esperti, preparati e disponibili sono una risorsa preziosa e il primo elemento da non sottovalutare per ottenere risultati di qualità

Nastri adesivi e processi operativi che riducano l’impatto ambientale

Come abbiamo anticipato nella premessa di questo articolo, il mercato, oggi, richiede l’integrazione di modelli di produzione sostenibili, che permettano di ridurre l’impatto sull’ambiente e lo spreco di risorse. Nella valutazione della soluzione adesiva più adatta per il sistema stampa, la proposta completa di nastri per il montaggio cliché che tenga conto di nuove tecnologie operative ha sicuramente un peso.

In realtà, il futuro della flessografia è già alle porte; basti pensare alla possibilità di sostituire i nastri adesivi per montaggio cliché con una sleeve adesiva, riutilizzabile e garantita per decenni. Stiamo parlando di tesa® Twinlock, un sistema sostenibile che riserva incredibili vantaggi, sia da un punto di vista produttivo, sia per quanto riguarda l’ottimizzazione delle risorse:

  • riduzione del numero di imballaggi necessari per conservare i singoli nastri adesivi
  • riduzione della produzione di liner protettivi
  • miglioramento delle prestazioni delle operazioni, a fronte di un settaggio più accurato
  • limitazione di materiale di scarto
  • perfezionamento del registro di stampa 

tesa® Twinlock si compone di una base (ovvero il cilindro, che può essere acquistato da qualunque fornitore), uno strato di schiuma poliuretanica e uno strato di polimero. Questi elementi assicurano un’adesività permanente nel tempo e, allo stesso tempo, offrono il prodotto ideale a qualunque necessità di stampa. La soluzione, infatti, è realizzata in tre diverse versioni a seconda del livello di durezza della schiuma.

flessografia

Offerta innovativa

Al netto delle novità del settore in tema di sostenibilità e ottimizzazione delle risorse, la completezza dell’offerta permette di rispondere alle necessità più diverse, anche di coloro che utilizzano regolarmente nastri monouso. Una delle problematiche più diffuse, considerata da molti ancora una sfida difficile da superare, riguarda il danneggiamento del cliché che, nei casi più gravi, può perfino rompersi causando, oltre ad un ritardo sulla produzione, anche un inevitabile incremento di costi, risorse e materiale di scarto. 

Questo imprevisto può essere evitato, affidandosi a soluzioni adesive all’avanguardia. Come riconoscerle? Nastri adesivi di qualità garantiscono un fissaggio perfettamente saldo durante la fase di inchiostrazione; allo stesso modo rendono agevole lo smontaggio della lastra fotopolimerica, senza che sia necessario applicare forzature. La resistenza agli inchiostri e ai processi di pulitura automatica è un indicatore della qualità del biadesivo; infine, come abbiamo anticipato, un assortimento completo è un altro elemento distintivo della professionalità e dell’esperienza del fornitore di soluzioni adesive per la flessografia.


Nell’articolo di oggi abbiamo approfondito i consigli dedicati al mondo della flessografia per ottenere risultati di qualità, distinguendosi nel mercato del confezionamento alimentare e merceologico: clicca qui per saperne di più e ricevere una consulenza dedicata da uno dei nostri tecnici esperti!

New call-to-action

New call-to-action

Il blog di tesa dedicato al mondo industriale: Carta e Stampa

Resta aggiornato sulle tecnologie più innovative e scopri le soluzioni per ottimizzare i processi di stampa flessografica e migliorare la qualità delle lavorazioni.

Iscriviti alla newsletter di tesa Carta & Stampa!

New call-to-action

Articoli recenti