<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=265538&amp;fmt=gif">

FACCIATE VENTILATE IN VETRO: COME TUTELARE LA TRASPARENZA SUPERFICIALE

Pubblicato da Leonardo Toscano il 27.08.20 - Tempo di lettura: 3 minuti
Mi puoi trovare su:

facciate ventilate in vetro

Come abbiamo più volte sottolineato negli articoli del nostro blog, le facciate degli edifici ricoprono un ruolo fondamentale per la struttura. I rivestimenti, infatti, hanno il compito di uniformare l’opera all'ambiente circostante, proteggendola da fenomeni esterni e garantendone resistenza e qualità. Oggi, materiali e componenti innovativi hanno aperto a nuove progettazioni dal design e pregio architettonico unici: in questo articolo parliamo di facciate ventilate in vetro.

Come realizzare facciate ventilate in vetro con sistemi adesivi innovativi

Oggi, il mercato offre diversi sistemi di rivestimento. Quelli tradizionali sono realizzati con una parete perimetrale ricoperta da uno strato isolante – detto anche sistema a cappotto – e con un’intercapedine ricavata all'interno del sistema murario. Tra i vantaggi, troviamo un’efficiente isolamento termico che consente di contenere in maniera sufficiente la dispersione di calore; una delle criticità più complesse, invece, riguarda la scarsa traspirabilità della parete che, a lungo termine, può deteriorarsi.

Le facciate continue risultano più complesse dei sistemi tradizionali: queste si comportano come pareti perimetrali che portano il carico del proprio peso e la spinta del vento.

New call-to-action

I pannelli facciate ventilate sono composti da un sistema multistrato: una struttura portante, un rivestimento esterno fissato con ancoraggi meccanici e, nello strato intermedio, una camera d’aria che permette la traspirabilità della struttura e l’inserimento di uno strato isolante per regolare la dispersione di calore e migliorare notevolmente il risparmio energetico.

Esternamente, le facciate ventilate potrebbero sembrare comuni pareti rivestite; in realtà, le lastre di rivestimento montate su una sottostruttura, a sua volta ancorata alla muratura perimetrale dell’edificio, dà vita ad un’opera unica nel suo genere.

Nei periodi più caldi dell’anno, nel canale di aerazione si genera un movimento di aria calda e fredda; quella calda fuoriesce dai fori di ventilazione, mentre quella fredda viene condotta all'interno. Durante i mesi invernali le radiazioni solari sono minori, si riduce il movimento dell’aria e la temperatura interna è conforme a quella esterna, con il risultato di ridurre la formazione di condensa.

Il rivestimento di una facciata ventilata protegge la struttura e lo strato isolante da fenomeni atmosferici, anche estremi, aiutando a preservare l’edificio nel tempo e riducendo, in questo modo, anche gli interventi di manutenzione. Molto spesso, si opta per le facciate ventilate anche nei casi di interventi di riqualificazione architettonica ed energetica, a dimostrazione del fatto che si tratta di un sistema innovativo e all'avanguardia.

Negli ultimi decenni, i rivestimenti esterni hanno conosciuto un’importante evoluzione per quanto riguarda i materiali utilizzati e le tecniche di fissaggio impiegate; l’estetica architettonica, il design e la progettazione prendono nuove forme per rispondere alle esigenze di produzione più diverse, moderne e singolari. Ecco, quindi, che assistiamo alla combinazione di componenti diversi e all'impiego di materiali eleganti e raffinati, come legno, acciaio e vetro.

Perché creare facciate ventilate in vetro?

Il vetro si presta ad innumerevoli condizioni ed è possibile lavorarlo in modi molto diversi; la trasparenza è un indicatore di eleganza e modernizzazione, motivo per cui viene scelto per ottenere un forte impatto visivo. Il passaggio della luce naturale rende gli ambienti più luminosi e contribuisce a incrementare l’efficienza energetica. Il vetro protegge l’ambiente dalle variazioni termiche e acustiche, rivelandosi perfetto per contrastare gli effetti degli agenti atmosferici nel tempo. Questo materiale si presta perfettamente per essere combinato e assemblato con oggetti diversi, offrendo così un progetto finito unico.

Applicare le giuste soluzioni di fissaggio risulta fondamentale per ottenere risultati di qualità, senza compromettere in alcun modo l’integrità superficiale del materiale. Utilizzando sistemi tradizionali, come ad esempio il fissaggio meccanico, si rischia di deformare la struttura, esponendola più facilmente a infiltrazioni, shock termici e meccanici.

utilizzo del vetro

Allo stesso modo, può risultare complicato tutelare la perfetta trasparenza del materiale impiegando i collanti; questi prodotti liquidi, nel tempo, si ingialliscono, creando difetti estetici visibili. Occorre, quindi, prevedere una frequente manutenzione che richiede un’attenzione meticolosa rispetto alla gestione del prodotto chimico e delle aree in cui depositare i prodotti in asciugatura.

I sistemi di fissaggio ad alte prestazioni con biadesivi sono soluzioni rivoluzionarie che, oltre a tutelare la superficie dei materiali, anche più fragili, assicurano un incollaggio resistente e duraturo nel tempo.


Come abbiamo anticipato nel corso dell’articolo, i nastri adesivi più innovativi offrono ottime prestazioni su materiali diversi come legno, metalli, plastiche e vetro senza alterarne le proprietà strutturali con tecniche che potrebbero rivelarsi inadatte al tipo di applicazione.

Inoltre, la produzione risulta ottimizzata e più veloce, dal momento che si riducono i rischi legati alle operazioni meccaniche e i tempi richiesti dai prodotti liquidi per la completa asciugatura. Clicca qui per ricevere una consulenza gratuita! Il nostro team internazionale è a disposizione per illustrarti tutti i vantaggi e i risultati realizzabili con l’utilizzo delle soluzioni adesive nel mondo dell’edilizia.

New call-to-action

New call-to-action

Il blog di tesa dedicato al mondo industriale: Edilizia

Resta aggiornato sulle soluzioni adesive più innovative nate per l’industria dell’edilizia e scopri come ottenere un fissaggio forte, duraturo e completamente invisibile.

Iscriviti alla newsletter di tesa Edilizia!

New call-to-action

Articoli recenti