<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=265538&amp;fmt=gif">

COME MIGLIORARE LA QUALITÀ DEI RIVESTIMENTI FACCIATE ESTERNE

Pubblicato da Leonardo Toscano il 16.07.20 - Tempo di lettura: 3 minuti
Mi puoi trovare su:

rivestimenti facciate esterneI rivestimenti e le facciate esterne ricoprono un ruolo chiave per la sicurezza di un edificio. Da un punto di vista tecnico, le facciate proteggono la struttura da agenti e fenomeni esterni, mantenendola sicura e resistente, nel tempo. Allo stesso modo, la progettazione estetica conferisce all’edificio l’aspetto e la collocazione nell'ambiente circostante. Migliorare la qualità dei rivestimenti risulta, quindi, cruciale, per garantire una costruzione efficiente, funzionale e nel pieno rispetto delle tendenze stilistiche. Continua a leggere l’articolo per saperne di più.

Rivestimenti facciate esterne: cosa devi assolutamente sapere

I rivestimenti facciate esterne si occupano di filtrare la struttura da agenti naturali e chimici, proteggendola secondo i requisiti di costruzione più stringenti. A livello estetico, la scelta dei materiali e delle tecniche di fissaggio all'avanguardia permette di rispondere alle richieste stilistiche più diverse. Affidarsi a sistemi innovativi, in termini di materiali e tecniche di fissaggio, è importante, da un lato per garantire agli edifici la resistenza necessaria e, dall'altro lato, per ricreare un design unico, moderno e pulito.

New call-to-action

Come migliorare la qualità dei rivestimenti? Partiamo da un’analisi delle criticità più complesse nel settore.

Tutela dei materiali

La combinazione dei materiali è soggetta ad una serie di condizioni, come l’area geografica in cui sarà collocato l’edificio, le esigenze architettoniche e la destinazione d’uso. Oggi il mercato dell’edilizia apre a scenari innovativi, come la combinazione di materiali diversi per migliorare l’efficienza e le performance della struttura e soddisfare requisiti specifici diversi. Metalli, pietra, vetro, legno e plastiche, perché siano duraturi nel tempo, devono essere preservati al meglio: scegliere i sistemi di fissaggio adatti è fondamentale per proteggere le proprietà naturali dei componenti, limitandone usura e danneggiamento nel lungo termine.

Resistenza all'umidità e agli agenti esterni

Tra le proprietà più importanti dei rivestimenti e delle facciate esterne, troviamo la resistenza ad agenti chimici e naturali. I sistemi di fissaggio impiegati devono contrastare l’azione delle piogge e del vento, impedendo qualunque infiltrazione, anche a distanza di anni. I sistemi di fissaggio più innovativi – come quelli realizzati con nastri biadesivi ad alte prestazioni - proteggono lo strato isolante e prevengono i segni di corrosione nel tempo, anche in circostanze eccezionali.

facciate esterne

Isolamento termico

La scelta dei materiali per la realizzazione delle facciate non ha solo una funzione estetica. I componenti impiegati svolgono un ruolo cruciale per l’isolamento termico e l’efficienza nel contenere i consumi energetici; il mantenimento di un flusso di calore costante nel corso dell’anno, oggi, è una condizione determinante. Per questa ragione, devono essere privilegiati sistemi di fissaggio che si mantengano resistenti a qualunque temperatura.

Assorbimento acustico

I rivestimenti esterni più moderni dovrebbero assicurare un controllo del comfort acustico, migliorando e ottimizzando l’assorbimento. Il fissaggio strutturale con biadesivi è una soluzione efficiente per rispondere a questa criticità, anche nell'architettura d’interni. Esistono, infatti, specifici nastri studiati per migliorare le prestazioni acustiche anche delle pareti divisorie.

Quali sono le caratteristiche più importanti di un nastro strutturale per rivestimenti esterni?

  • Allungamento del nastro

Questo elemento è determinato dalla composizione chimica del supporto, dalla pressione del vento, dal peso e dalla misura dei pannelli.

  • Capacità adesiva

In altre parole, la forza attrattiva che si genera tra la superficie adesiva e il substrato. Il grado di adesività è condizionato dalla tipologia di adesivo, dalla natura delle superfici, dalla pressione applicata, dal tempo riservato al fissaggio e dalla temperatura esterna.

  • Coefficiente di dilatazione termica

Ogni materiale presenta un proprio coefficiente di dilatazione termica, ovvero la variazione di lunghezza rispetto alla temperatura interna. Il fissaggio strutturale è la soluzione più adatta per questo tipo di applicazioni proprio per la capacità del nastro di adeguarsi a diverse dilatazioni.

  • Carico dinamico e statico

Queste due condizioni influenzano la capacità di allungamento del nastro e, di conseguenza, la scelta della soluzione di fissaggio ideale.


Nell'articolo di oggi abbiamo parlato di rivestimenti facciate esterne, con un focus sui sistemi di fissaggio più adatti per ottenere risultati di qualità e duraturi.

Vuoi saperne di più? Clicca qui per ricevere una consulenza gratuita! Il nostro team internazionale è a disposizione per illustrarti tutti i vantaggi e i risultati realizzabili con l’utilizzo delle soluzioni adesive nel mondo dell’edilizia.

New call-to-action

New call-to-action

Il blog di tesa dedicato al mondo industriale: Edilizia

Resta aggiornato sulle soluzioni adesive più innovative nate per l’industria dell’edilizia e scopri come ottenere un fissaggio forte, duraturo e completamente invisibile.

Iscriviti alla newsletter di tesa Edilizia!

New call-to-action

Articoli recenti